Download

Materiale utile e tante informazioni:
Scopri di più

LCA comparativo di stoviglie per uso alimentare

Pro.Mo, il Gruppo Produttori di Stoviglie monouso di Unionplast (sciolto e confluito in Pro Food) ha incaricato il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Treno di realizzare questo studio di LCA confrontando stoviglie monouso realizzate con diverse materie prime e stoviglie “tradizionali” riutilizzabili. Lo studio è stato realizzato in conformità alle norme ISO 14044 e 14040,ed è stato sottoposto a critical review dall’organismo di certificazione SGS Italia spa.

LCA comparativo Executive Summary

Scarica l’executive Summary dello studio di LCA che mette a confronto stoviglie monouso realizzate con diverse materie prime e stoviglie “tradizionali” riutilizzabili. Lo studio è stato realizzato dal Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Trento in conformità alle norme ISO 14044 e 14040, ed è stato sottoposto a critical review dall’organismo di certificazione SGS Italia spa.

Comparative LCA study  of tableware for alimentary use

Pro.Mo, the Unionplast Disposable Tableware Manufacturers Group (dissolved and merged into Pro Food) commissioned the Department of Industrial Engineering of the University of Trento to carry out this LCA study comparing disposable tableware made from different raw materials and “traditional” reusable tableware. The study was carried out in accordance with ISO 14044 and 14040, and was subjected to a critical review by the certification body SGS Italia spa.

Comparative LCA Executive Summary

Download the executive summary of the LCA study comparing disposable tableware made from different raw materials with ‘traditional’ reusable tableware. The study was carried out by the Department of Industrial Engineering of the University of Trento in accordance with ISO 14044 and 14040, and was subjected to critical review by the certification body SGS Italia spa.

EPD di settore

A febbraio 2022 Pro Food ha presentato l’EPD di settore, seguendo il processo di certificazione volontaria basato sulla norma internazionale ISO 14025. La categoria presa in considerazione è quella dei contenitori per alimenti freschi destinati al solo utilizzo industriale (B2B), realizzati tramite estrusione e termoformatura con l’utilizzo di PP, PET e PS nella sua forma espansa (XPS). Il calcolo del contenuto di riciclato ai fini dell’EPD si basa su quanto previsto dalla legislazione vigente in materia di recupero e riciclo dei rifiuti plastici.
Questo lavoro, giunto al primo aggiornamento, è il primo esempio europeo di EPD di settore degli imballaggi per alimenti e conferma l’impegno di Profood nella ricerca scientifica in ambito LCA e nello sviluppo sostenibile del settore.

Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più puoi consultare la nostra Privacy Policy .
Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze.
Puoi acconsentire all'uso di queste tecnologie chiudendo questa informativa.

Acconsento Personalizza